Le principali normative del nostro mercato di riferimento

Idoneità alimentare

Il sistema di qualità Nord Color certificato UNI EN ISO 9001:2000 consente la piena conformità ai requisiti di legge in materia per il mercato dell’Unione Europea (principi generali in Regolamento CE n. 1935/2004 e requisiti specifici per materie plastiche nel Regolamento (UE) N.10/2011) e per il mercato statunitense, disciplinato dal capitolo 21 CFR (Code of Federal Regulations) di competenza FDA (Food and Drug Administration) mediante il conseguimento dello standard NSF 51 presso l’ente internazionale National Sanitation Foundation.

In Italia la materia è governata a livello quadro dal D.M. del 21.3.1973, e in particolare:

- dal D.M. 6.4.2004 n. 174, riguardante le sostanze di base e additivi di materiali plastici

- dal D.M. 4.5.2006 n. 227, riguardante la disciplina dei contenitori e utensili.


Acqua potabile

Mancando attualmente una normativa europea uniforme per oggetti destinati al trasporto di acqua potabile, la regolamentazione di governo è demandata ai singoli Stati nazionali:

  • in Italia il riferimento normativo è il D.M. n. 174/ 2004
  • nel Regno Unito vigono precisi standards codificati nella norma BS6920:2000 e certificati dal processo di omologazione denominato WRAS (Water Regulations Advisory Scheme)
  • la legislazione per decreti francese, risalente al 1997, si poggia sul sistema ACS (Attestation de Conformité Sanitaire) per la verifica e certificazione degli standards igienico-sanitari
  • in Germania il pacchetto normativo di raccomandazioni KTW (Kunststoffe und Trinkwasser) emesso dall’agenzia preposta DVGW (Deutsche Vereinigung des Gas- und Wasserfaches) è a tutti gli effetti lo standard da osservare per il mercato del Nord-Europa

Il mercato americano è caratterizzato dal ruolo fondamentale e autorevole del NSF (National Sanitation Foundation) che governa la materia della salute pubblica in generale e, mediante lo standard NSF 61, il sistema di certificazione dei materiali idonei al trasporto di acqua potabile.

Nord Color ha già prodotti omologati che rispondono pienamente agli standards normativi sopra citati.


Applicazioni elettriche-elettroniche

In sede europea la Direttiva RoHS II 2011/65/CE (acronimo inglese di Restriction of Hazardous Substances Directive) prescrive le quantità ammesse per specifici materiali (metalli pesanti e autoestinguenti bromurati) nelle applicazioni elettriche ed elettroniche mentre la collegata Direttiva 2002/96/CE – WEEE (Waste Electrical and Electronic Equipment) definisce gli standard da seguire per il miglior smaltimento e riciclo di apparecchiature e componenti.

I prodotti Nord Color a marchio Dafne destinati al mercato delle apparecchiature elettriche ed elettroniche vengono da tempo realizzati secondo la direttiva RoHS II e WEEE.

Nord Color attraverso il servizio assistenza tecnica è in grado di consigliare i prodotti più idonei in relazione alle diverse applicazioni.


Settore automotive

Sulla scorta della Direttiva 2000/53/CE – ELV (End of Life Vehicle) tutti i più grandi produttori di autoveicoli hanno definito in IMDS (International Material Data System) lo standard per verificare la presenza di sostanze ammesse per materiali e componenti automotive, la cui composizione, inviata tramite foglio elettronico MDS (Material Data Sheet), viene confrontata e autorizzata in base alla lista di riferimento GADSL (Global Automotive Declarable Substance List).

Anche Nord Color si attiene a tali prescrizioni avendo già da tempo sottoscritto l’adesione allo standard IMDS.


REACh (Registration Evaluation Authorisation of Chemicals)

Nord Color imposta e attiva propri sistemi di relazione con fornitori e clienti per la migliore adozione del nuovo Regolamento (CE) n. 1907/2006, riguardante la valutazione e autorizzazione delle sostanze chimiche con istituzione di apposita agenzia e previsione di obblighi e prescrizioni per il controllo di filiera e per la massima sicurezza tossicologica e compatibilità ambientale dei prodotti immessi sul mercato.

Nord Color già da tempo ha implementato un sistema di comunicazione con i propri fornitori e clienti per ottemperare alle scadenze previste dal regolamento. Maggiori informazioni sono disponibili contattando il nostro servizio di Assistenza Tecnica.


VECAP (Voluntary Emission Control Action Plan)

Nord Color, in virtù degli impegni e prerogative assunti con la certificazione UNI EN ISO 14001, è forte sostenitrice di programmi di autodisciplina per il raggiungimento dei migliori standard di tutela e sicurezza ambientale: da qui la convinta adesione al programma di settore (e relativo codice deontologico) VECAP sul controllo delle emissioni, definito sulla base di specifica normativa europea (Decisione 2005/717/CE).


Schede dati di sicurezza (MSDS)

Il Regolamento (CE) n. 1907/2006  impone che “il responsabile dell’immissione sul mercato di una sostanza o di un preparato (sia esso il fabbricante, l’importatore o il distributore), deve fornire al destinatario (che è l’utilizzatore professionale della sostanza o del preparato), una scheda dati di sicurezza”. Ciò vale sia per ogni sostanza o preparato classificato come pericoloso ai sensi del Regolamento (CE) n. 1272/2008 del Parlamento europeo e del Consiglio, sia per ogni sostanza che presenti, comunque, pericoli per la salute o per l’ambiente, oppure una sostanza per la quale esistano limiti d’esposizione comunitari sul luogo di lavoro.
È quindi fatto obbligo che ogni operatore del settore appronti, relativamente ai propri prodotti finiti, schede dati di sicurezza conformi alle prescrizioni di salute e tutela ambientale; inoltre, per assicurare il controllo reale su tutta la filiera, il medesimo obbligo ricade anche su tutti i fornitori di materie prime.
Nord Color adempie pienamente a tale sistema regolamentare, predisponendo e richiedendo apposite schede dati di sicurezza nelle principali lingue comunitarie.